Coccole di lavanda.....


In questa stagione la natura è nel pieno del suo sviluppo e per molte piante questo è il periodo balsamico ideale per la loro raccolta.  Mi sono appassionata fin da bambina alla raccolta delle erbe e alla preparazione di prodotti semplici con i doni che la natura tanto generosamente ci offre. Una passione ereditata dalla nonna materna che con le erbe si curava , con la frutta preparava deliziosi succhi  da diluire  con l'acqua  per bibite rinfrescanti ,  profumate marmellate  ,  sapone e un sacco di altre cose speciali . Mia nonna  si chiamava Elisabetta , ma per un motivo a me sconosciuto , tutti la chiamavano Maria  e alla mia  nascita  questo  è diventato il mio secondo nome . Lei  aveva sempre un rimedio pronto  per qualsiasi disturbo e attingeva le sue informazioni e il suo sapere da un antichissimo libro del 1700 , che conservava in un cassetto della credenza in cucina . Quante ore ho trascorso leggendo quel libro , affascinata dai disegni e da quello stile di scrittura così diverso da quello che conoscevo e trovavo sui libri . Il libro adesso è passato alla mia mamma , abbiamo tentato di fotocopiarlo ma le pagine sono così sottili che alcune rischiavano di rompersi . E' ancora leggibile ma molto delicato e così , per evitare di danneggiarlo io mi sono copiata le ricette che più mi interessano. 
Così in questo periodo , come tutti gli anni  ,mi dedico alla preparazione di alcune cosine che poi tornano utili  sopratutto nella stagione fredda. Io poi soffro di parecchie allergie tra cui quella ai derivati del petrolio ( che molto spesso si ritrovano nelle creme ) e ai solfiti che vengono impiegati come conservanti . Per fortuna , la saggezza della mia nonna mi è tornata , non utile ma indispensabile.....

Oggi pomeriggio ho preparato la pomata alla lavanda e iperico.  La lavanda esplica un'azione calmante e rasserenante . E' utile come antinfiammatorio per calmare i dolori muscolari . L' iperico   contiene ipericina che favorisce  l'irrorazione sanguigna  ed equilibra il ritmo sonno/veglia . E' utile anche per rasserenare lo spirito perchè porta con se il colore e il calore  del sole.  Questa pomata  si può applicare con un leggero massaggio  sotto i piedini dei bambini prima di andare a dormire  per nanne serene , ma anche per le mamme !!! Può aiutare in caso di muscoli contratti e di irritazioni della pelle .  Contiene burro di Karitè che lenisce e nutre. E' una crema  che ci coccola e per questo l'ho chiamata 
                
                                     Coccole di lavanda                             



  Se volete prepararla anche voi , ecco la ricetta :

 8 gr di cera d'api
20 gr di oleolito di lavanda
10 gr di olio di iperico
10 gr di burro di karitè

A bagnomaria sgiogliete la cera .
Quando è sciolta aggiungere il burro di karitè
Quando anche il burro è sciolto spegnere il fuoco lasciando la pentolina nel bagnomaria e aggiungere gli oleoliti .
Versare subito nei vasetti puliti e ben asciutti.
Lasciar solidificare e solo dopo che la pomata si è raffreddata chiudere i  vasetti
Questa pomata non contiene acqua dunque si può conservare per due anni , lontano da fonti di calore e meglio se al buio , in un armadietto.

Forse questo post vi è sembrato un po' lungo e se siete arrivate  fino qui vi ringrazio perchè  volevo condividere con voi una mia grande passione che ancora non conoscevate  e regalarvi una ricetta che magari qualcuna di  voi apprezzerà . Vi abbraccio tutte con tanto affetto.



56 commenti:

  1. Mi è piaciuto moltissimo leggere di tua nonna, anche io come te sono cresciuta in un ambiente in cui ciò che è natura è da ritenersi sacro. La crema che hai realizzato deve avere un buonissimo profumo, i vasetti sono davvero molto belli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sue, la natura è una fonte di doni meravigliosi e, come hai detto tu , sacri .Un bacione grande.

      Elimina
  2. Ciao Mirtilla! Sono molto curiosa di provare l'oleolito di lavanda, lo fai con i fiori freschi o secchi? Chissá che bello l'antico manuale di tua nonna! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sindel. L'oleolito di iperico lo faccio con i fiori freschi mentre quello di lavanda e di calendula lo faccio con i fiori secchi . La lavanda e la calendula li trovo difficili da utilizzare freschi perchè non riesco a controllare bene se ci sono piccoli animaletti e se li uso secchi sono sicura che non c'è traccia di acqua che comprometterebbe il risultato finale .

      Elimina
  3. Se ho gradito questo post e questa ricetta? Moltissimo!!! Anche la parte riguardante la tua nonna è molto affascinante e il libro che ora conserva la tua mamma è di una presziosità unica. Grazie! =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuto questo post Dany. Appena possibile , faro' qualche foto al libro così lo potete vedere !

      Elimina
  4. Che brava Mirtilla! Sai fare anche le pomate....! A me sembrano difficilissime!e poi fatte con una ricetta estratta dal manuale della nonna deve essere veramente affascinante!
    Complimenti !
    A presto
    Dany

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si Nepitella , questa è una mia grande passione , starei ore e ore a preparare olii ,saponi ,creme. Non è difficile prepararle , io preparo anche gli oleoliti ma si possono tranquillamente comperare già fatti. Ti abbraccio stretta.

      Elimina
  5. ma quante belle cose che mi hai detto e che non sapevo!tua nonna si curava con le erbe e ti ha lasciato questa ricetta così particolare, grazie per averla condivisa, mi piacciono tanto gli ingredienti e come hai abbellito i vasetti, troppo carini!potresti creare una linea di prodotti tutta tua!bravissima, grazie ancora per ciò che mi hai detto:)))buona giornata simona a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona , non sarebbe una brutta idea partecipare a qualche mercatino per vendere questi prodotti . Anche perchè prepararli per me è molto rilassante , sentirne i profumi , vedere i colori... una meraviglia.. Ti abbraccio Simo...e buona giornata anche a te.

      Elimina
  6. Mani sapienti e piene di amore.
    Che tenerezza..
    Mai fatto nulla del genere, chissà se prima o poi mi ci metto..
    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary , se segui una buona ricetta e trovi gli ingredienti giusti è un procedimento semplice che da molta soddisfazione. Un bacione grande

      Elimina
  7. Molto bella la storia del libro di tua nonna, che cimelio! E questa pomata sicuramente è una coccola dal profumo delizioso.
    Anch'io soffro di allergie croniche, ma non ai petrolati... Non so bene nemmeno io a che cosa, probabilmente a fattori che s'incrociano... Per questo devo stare sempre attenta alla reazione che mi danno le creme e non mi fido a produrle da me, ma comunque prediligo i prodotti bio e il tuo è un hobby che mi affascina molto: ti faccio i complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tine !! Per via delle allergie io farei prima a dirti quello a cui non sono allergica . Il repertorio delle mie allergie comprende : penicillina . acido acetilsalicilico , solfiti , petrolati , parabeni .....Ma fortunatamente nel tempo sono cambiate : ero allergica al lattice e ora , dopo 20 anni non lo sono più . Ero allergica alla cannella e ora non più. Sto attenta e spero sempre di non incappare in qualche nuova allergia o in qualche grave reazione . Da come ho letto ,tu mi puoi capire benissimo e vedo che anche tu devi stare sempre attenta. Non è facile ma mi consolo pensando che ci sono mali purtroppo ben peggiori! Ti abbraccio forte forte cara Tine.

      Elimina
  8. Mirtiila, sei stupefacente! Mi hai lasciato senza parole. La blogosfera mi sta regalando momenti di grande piacere, ad esempio quando passo di qui. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dany , sono contenta che tu abbia apprezzato . E sono felice di sapere che passare da me è per te un momento di grande piacere . Un bacione grande.

      Elimina
  9. che dolce la storia di questo libro...complimenti, ho sempre ammirato le persone che con le mani riescono a creare dei prodotti naturali e legati alla tradizione. mia nonna era molto brava a creare un sapone per l'acne sai?! purtroppo però non ci ha lasciato la ricetta...un bacione cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche la mia nonna lo faceva , con lo zolfo in polvere !! Un abbraccio.

      Elimina
  10. Mio suocero mi ha appena regalato un profumatore per ambienti fatto da lui con i fiori della sua lavanda... Ho subito stampato la tua ricetta, così gli chiedo di farmi anche la questa crema "coccolosa"!

    Grazie per aver condiviso con noi questa dolce storia e la ricetta della tua nonna.
    Un abbraccio
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tuo suocero te la farà ,vedrai che meraviglia. Ciao Daisy

      Elimina
  11. Questa coccola mi piace un sacco, io adoro la lavanda! Che tenerezza questo libro che viene custodito con tanto amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola , sono contenta ti sia piaciuta la ricetta di questa crema . Eh , il libro è proprio un opera d'arte.. Ti abbraccio

      Elimina
  12. Ma che meraviglia, la pomata di lavanda! Brava!!! E confezionata benissimo. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Laura , così , confezionate tipo marmellata ,piacciono tanto anche a me . Danno l'idea del naturale . Un caro saluto.

      Elimina
  13. Il libro di tua non mi affascina!E' da conservare come un tesoro!Ma che brava che sei!Hai fatto anche la pomata!Chissà oltre al beneficio pure il profumo!Baci,Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosetta ,infatti la mia mamma lo custodisce con amore e rispetto ,vista la veneranda età di questo libro , oltre naturalmente ad essere un ricordo importante legato alla sua famiglia. In pratica quel libro era appertenuto al bisnonno della mia mamma e calcolando che la mia nonna materna era nata nel 1899 si fa presto a capire quanto antico sia questo libro !!! Un bacio Rosetta e grazie per essere passata a trovarmi , è sempre un piacere per me !

      Elimina
  14. Ciao Mirtilla, deve essere stupenda la crema COCCOLOSA, brava. Che bello poter ammirare ed utilizzare anche se delicatamente un capolavoro del 1700, puoi ritenerti fortunata, ti auguro una buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao birbolina !!! Al momento sto usando solo quello che mi sono ricopiata perchè sinceramente mi frena un po' l'idea di continuare ad aprirlo per sfogliarne le pagine . Il tempo e le mani delle persone che lo hanno consultato lo hanno reso fragile ,le pagine sono sottili e sarebbe un dispiacere immenso danneggiarlo . Diciamo che lo guardo con molto rispetto ! Un bacione e grazie per essere passata a trovarmi. Buon inizio settimana.

      Elimina
  15. Mi sono commossa mentre leggevo quello che hai scritto di tua nonna, forse perchè mi hai ricordato un po' la mia... :)
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta , sono contenta di averti qui . Donna speciale e saggia anche la tua nonna , proprio come la mia . Un bacione e grazie per essere passata !!!Ora vengo a trovare te.

      Elimina
  16. Ciao carissima! Questa tua passione non la conoscevo.. Mi interessa moltissimo. Soprattutto sono molto affascinata dal libro di tua nonna, mi piacerebbe moltissimo poterlo vedere. Custodiscilo con cura si tratta sicuramente di qualcosa di molto raro e prezioso.
    Un bacione! Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa , è uno di quei libri che parla di saggezza e sapienza di un tempo ormai lontanissimo da noi , ma che oggi stiamo fortunatamente rivalutando . Senza dubbio ha un fascino incredibile . Vedrò di fotografarlo così che lo possiate vedere . Un caro abbraccio cara Elisa.

      Elimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Che meraviglia! Adoro la lavanda e le cose fatte in casa, soprattutto quando sono tramandate da generazioni. Mi segno questa tua ricetta che vorrei provare...grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena , mi fa piacere sapere che hai gradito questa mia ricetta. Un caro abbraccio.

      Elimina
  21. Cara Mirtilla sei stata fortunata ad avere una nonna così speciale che ti ha insegnato molto e che ti ha lasciato il suo prezioso libro che tieni e consulti con molto riguardo.
    Grazie per aver condiviso la ricetta di questa coccola, tante persone ne sarebbero state gelose.
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabry , grazie per le belle parole che mi hai scritto . Ho inserito la ricetta di questa crema perchè forse chi potrebbe avere interesse a prepararla da sè può avere uno spunto da seguire . E poi perchè trovo che condividere sia una cosa bellissima ! Ti abbraccio.

      Elimina
  22. non saprei manco da dove iniziare a reperire le cose,ma se dovessi aver bisogno busso da te!
    Mi hanno sempre affasinato i libri antichi.
    Buon pomeriggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lu , brava come sei sono sicura che trovando una buona erboristeria riusciresti a prepararla anche tu senza problemi ! Un bacione.

      Elimina
  23. mamma mia! sei piena di risorse! una pomata alla lavanda é proprio quello che mi ci vorrebbe in questo periodo! ma mi dovrei infilare tutta nel barattolo e dormirci dentro! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei troppo forte Annamaria !!! E grazie per il complimento . Un bacione.

      Elimina
  24. Quante cose sai fare!!! La lavanda poi mi piace tantissimo *-*
    L'altro giorno mi è capitato di vedere un programma, di cui però non so il nome >-< dove un ragazzo spiega come fare vari rimedi, pomate, bagnoschiuma ecc. utilizzando come ingredienti principali proprio le piante e i fiori... era davvero interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con le piante e i fiori si possono preparare un sacco di cose , e particolarmente per me che soffro di allergie è una vera manna ! Grazie d per essere passata .Un bacione

      Elimina
  25. Che idea fantastica! Con la lavanda ho visto fare tante cose, ma sempre per profumare…non avevo mai visto un balsamo, trovo l’idea bellissima e tu davvero fantastica nel realizzare il tutto. Hai davvero un sapore retrò e d’altri tempi, quando si faceva tutto in casa. Complimenti davvero Mirtilla, sei bravissimissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bianca , grazie !! Mi piacciono tanto le buone ricette di una volta ,prive di tutte quelle contaminazioni chimiche odierne .Sia per quanto riguarda la cucina che per la cura della persona ,della casa e della salute . Sono contenta di averti risentita ! Un abbraccio stretto

      Elimina
  26. Grazie mille per questa ricetta, se trovo un pò di lavanda la voglio provare! Questa si che è saggezza che fa bene! Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacciono le parole che hai usato : saggezza che fa bene . Con quattro parole hai messo a fuoco il concetto . Grazie Dani.

      Elimina
  27. Un post non è mai troppo lungo quando "lascia" qualcosa! Adoro i vecchi rimedi e le preparazioni naturali anche se al momento mi sono cimentata solamente con le saponette (che vi mostrerò al più presto)
    Grazie per la ricetta e ben detto ciò che scrive Dani...saggezza che fa bene.
    Un caro abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna , mi fa sempre piacere quando passi e ti ringrazio per le tue parole . Anche a me piace tanto fare il sapone e non vedo l'ora di vedere quelli che hai preparato tu . So già che saranno bellissimi perchè sei molto brava e quello che crei è sempre molto delicato e raffinato , come i gessetti per il battesimo .Me ne sono innamorata.... Un bacione cara Anna...

      Elimina
  28. che meraviglia !!!
    mi piacerebbe vedere qualche foto del libro !!! tua nonna ti ha lasciato un piccolo tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si ,hai proprio ragione ,è un vero tesoro !!!!

      Elimina
  29. ciao Mirtilla...ho scoperto questo tuo fantastico blog, pienissimo di bellissime cose da creare...anche la mia nonna si curava con le erbe però putroppo mi ha lasciato poche ricettine ma buone soprattutto di liquori :)....volevo chiederti una cosa per quanto riguarda la pomata che hai postato...al posto dell'oleolito di iperico che non ho...posso mettere un'alternativa?
    grazie
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ciao Sara , sono molto felice che tu sia qui e che ti piaccia il mio blog. Se non hai l'olio di iperico lo puoi sostituire con un olio leggero tipo quello di riso o di girasole , anche di mandorle se ce l'hai.Spero di esserti stata d'aiuto . Se hai domande ,io sono qui . Ti abbraccio.

      Elimina